fbpx
Close

Consulente strategico di Marketing e Comunicazione Business to Business: a chi serve?

Chi è alla guida di un’impresa B2B sa bene che vendere ad una azienda è molto diverso rispetto a vendere ad un cliente consumatore. Le esigenze delle tue tipologie di acquirente sono molto distanti, così come i criteri di scelta che guidano l’acquisto.

Questo vale anche quando si parla di marketing e comunicazione. Anzi mai come in questo ambito le differenze tra il settore B2C e B2B, sono marcate.

Chi è il Consulente Strategico di Marketing e Comunicazione

Il consulente strategico di marketing e comunicazione B2B è un professionista che deve come prima cosa conoscere il mondo delle imprese e del settore specifico in cui l’azienda committente opera. successivamente, deve essere in grado di implementare una strategia e un piano d’azione, sulla base degli obiettivi commerciali e di immagine dell’azienda, sviluppando azioni tattiche e commerciali, analizzando e valutando il livello di di organizzazione aziendale, definendo un piano integrato di digital marketing e di comunicazione offline, in funzione delle necessità e delle opportunità di sviluppo percorribili.

L’esperienza e il know how sono la base fondamentale.

Grazie ad una esperienza di 30 anni di lavoro maturata nel marketing e nella comunicazione, a fianco di imprese pubbliche e private, nei più svariati settori e come fondatore di Blue Communication, posso affermare che il marketing e la comunicazione di Brand sono profondamente cambiati ed evoluti nel tempo.

L’avvento di internet e della telefonia mobile, la crisi economica, la crescita esponenziale dei social network, la globalizzazione, hanno reso l’ecosistema della comunicazione molto articolato e più complesso da gestire con efficacia. La stessa relazione con i clienti, oggi non più unidirezionale come un tempo e la ricerca e fruizione delle informazioni, fanno sì che elementi quali la brand reputation, il content marketing e le digital p.r. siano ormai imprescindibili per l’affermazione di un’azienda, al pari dell’analisi dei dati e dell’eccellenza nel servizio.

Il settore B2B è sempre stato più cauto rispetto al B2C nell’affrontare la rivoluzione della comunicazione e degli affari online, anche in considerazione delle peculiarità specifiche di determinati settori industriali, che a volte possono essere estremamente di nicchia. Tuttavia anche nel B2B il digital marketing è oggi lo strumento più utilizzato e tra i più efficaci per espandere il business e far crescere il fatturato.

Si tratta di mettere a punto un sistema integrato di comunicazione, che utilizzi un sito web progettato in ottica di user experience e “mobile first”, che preveda l’organizzazione e l’indicizzazione dei contenuti in chiave SEO per essere più facilmente rintracciabili, una gestione dei contenuti, capace di rendere l’impresa un “content provider”, l’utilizzo di un sistema di CRM per l’analisi dei dati e la gestione della relazione con i clienti, un presidio attento e continuo dei social network più rilevanti per intercettare il pubblico più interessante.

Cosa fa un Consulente Strategico

Il bravo consulente strategico deve portare al risultato

Un consulente strategico deve aiutarvi a raggiungere risultati misurabili. È per questo che potreste volerlo “in squadra”. È un po’ come l’allenatore di un team sportivo: deve sviluppare una strategia e le azioni tattiche necessarie a raggiungere gli obiettivi definiti, migliorando nel contempo il livello di competenze e le performance del team aziendale.

Il curriculum e la tipologia di esperienze e di aziende per cui ha lavorato sono elementi che vanno considerati e che danno credibilità al consulente strategico.

risultati sono l’elemento chiave per definire la qualità di una consulenza strategica. Dopo aver definito gli obiettivi, svolte le analisi necessarie a chiarire lo scenario competitivo e i punti di forza e di debolezza, dopo aver definito e concordato il piano d’azione e gli investimenti necessari, arriva il momento di “scendere in campo” e misurarsi con il mercato. E alla fine è il raggiungimento degli obiettivi a confermare la validità delle strategie ipotizzate. Non è detto che gli obiettivi siano legati unicamente alle vendite e al fatturato: laddove è necessario creare anzitutto una immagine aziendale forte e autorevole, lavorare sulla Brand Awareness è fondamentale. Oppure si potrebbe avere l’obiettivo di creare più traffico sul sito web, per raccogliere contatti qualificati da convertire successivamente in clienti.

In ogni caso se dirigi un’azienda B2B e ti stai chiedendo come raggiungere nuovi obbiettivi, contattaci subito. Ti offriremo una sessione strategica di audit, gratuita e senza impegno, attraverso cui valutare quello che potremo fare per la tua azienda.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.